Bianca uccisa "da un potente intruglio di veleni". I proprietari: "Perché uccidere un cane così docile?"

E' successo ad Anzano di Puglia e "non si tratterebbe di un caso isolato". Il ricordo di Bianca, morta dopo sei giorni di agonia

Bianca, il cane morto avvelenato

Chi ci scrive è la moglie del proprietario di Bianca, cane morto per via di "un potente intruglio di veleni che non le ha lasciato scampo nonostante l’immediato intervento del veterinario". E' successo ad Anzano di Puglia e "non si tratterebbe di un caso isolato" spiega la donna: "Era un cane meraviglioso, conosciuta ed amata soprattutto dai più piccoli"

La rabbia e la tristezza di Ottavio, il proprietario che chiede “di porre fine a questo muro di omertà nel paese e di denunciare a gran voce l’assurdo scempio che si sta compiendo a danno degli animali. Quando vedeva un estraneo gli portava una pallina o un legnetto, glielo lasciava davanti e si stendeva a terra pronta per rincorrerlo e prenderlo al volo”.

"Perché uccidere un cane così docile". Il proprietario sta predisponendo la denuncia del caso: “si tratta di una condotta criminale, protratta nel tempo e non affatto sporadica. Come cittadino di questa comunità mi indigno e sento il dovere di richiamare l’attenzione delle autorità competenti sul dilagare del fenomeno ampiamente ripudiato dal sottoscritto e dai miei concittadini che non vogliono e non possono accettare questa forma di ingiustizia sommaria. L’uccisione e il maltrattamento di animali mediante la disseminazione per il paese di esche nell'ambiente rappresenta un serio pericolo anche per l’uomo, soprattutto per i bambini”
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Carabinieri setacciano l'area "internazionale" del Santuario di San Pio: scattano arresti e denunce

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento