Campo degli orrori in via San Severo, riduzione in schiavitù e prostituzione minorile: rinviate a giudizio 4 persone:

Il gup del Tribunale di Bari ha rinviato a giudizio quattro persone, tutti rumeni, appartenenti allo stesso nucleo familiare. Il campo degli orrori scoperto alla periferia dei Foggia il 7 dicembre 2018

Schiave in un campo rom alla periferia di Foggia costrette a prostituirsi: il gup del Tribunale di Bari Giovanni Abbattista ha rinviato a giudizio quattro persone, tutti rumeni, appartenenti allo stesso nucleo familiare (una coppia, il figlio e la compagna), accusati di riduzione in schiavitù, prostituzione minorile e sequestro di persona nei confronti di tre minorenni di 16 e 17 anni connazionali. Ne dà notizia La Gazzetta del Mezzogiorno. Per gli stessi reati altri due minorenni, figli della coppia, saranno processati con il rito abbreviato il 27 settembre.

I fatti contestati risalgono al periodo compreso tra marzo e settembre 2018. Stando alle indagini della Squadra Mobile di Foggia, "le minori venivano segregate all’interno di alcune baracche, chiuse dall’esterno con una catena ed un lucchetto, picchiate per più giorni per piegare le loro capacità di reazione e costrette a prostituirsi sotto il diretto controllo dei loro aguzzini».

Il campo degli orrori fu scoperto alla periferia dei Foggia il 7 dicembre 2018. L’indagine nacque dalla fuga di una minorenne, avvenuta nella notte del 3 settembre 2018 dal campo rom di Via San Severo, la quale era riuscita a fuggire dopo essere stata selvaggiamente pestata con “calci, pugni, schiaffi e cinghiate, sferrati in ogni parte del corpo, sulla faccia, sulla pancia e dietro la schiena, nonché trascinata per i capelli, facendola strisciare per terra, all’interno della baracca nella quale veniva segregata.“

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Uno degli indagati avrebbe tentato di vendere per 28 mila euro il bambino che portava in grembo una delle minorenni, costrette a prostituirsi anche durante le gravidanze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Si torna a ballare in Puglia: verso la riapertura di club e discoteche all'aperto

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

  • Il gruppo Amadori vende azienda del Foggiano per 30 milioni. I nuovi proprietari sono le 'Fattorie Garofalo' di Capua

  • Coronavirus in Capitanata: positivo intero nucleo familiare. Piazzolla: "Tracciata catena dei contatti. Situazione sotto controllo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento