Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Cerignola

Cadavere carbonizzato sulla SP 66: le telecamere riprendono la vittima mentre riempie la tanica di benzina con cui si è data fuoco

Si tratta del corpo di una donna di 56 anni, di Trinitapoli, che si è tolta la vita dandosi fuoco in auto, ad alcuni chilometri di distanza dal suo paese. I filmati delle telecamere a circuito chiuso chiariscono l'accaduto

Il luogo dell'accaduto

Avrebbe deciso di porre fine alla sua vita. E per questo avrebbe preso l'auto, riempito una tanica di benzina presso un distributore per poi darsi fuoco in strada, ad alcuni chilometri di distanza dal suo paese.

E' questa la conclusione cui sono giunti carabinieri e polizia, in merito al macabro ritrovamento avvenuto in mattinata, lungo la Provinciale 66, in agro di Cerignola, dove è stata trovata la carcassa bruciata di un'auto con all'interni i resti di un cadavere. Quel corpo carbonizzato appartiene ad una donna 56enne di Trinitapoli, immortalata da alcune telecamere a circuito chiuso mentre riempie un contenitore del liquido infiammabile che avrebbe usato poco dopo, nei pressi del cosiddetto 'Bivio della Lupara'. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Cerignola, che hanno spento le fiamme che avevano avvolto una Volkswagen Golf; poi la scoperta. Sul posto, insieme a polizia e carabinieri, anche il magistrato della Procura di Foggia, Alessio Marangelli.

VIDEO | Le immagini sul luogo dell'accaduto

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cadavere carbonizzato sulla SP 66: le telecamere riprendono la vittima mentre riempie la tanica di benzina con cui si è data fuoco

FoggiaToday è in caricamento