menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Tragedia ad Apricena: spara a un cinghiale ma colpisce cacciatore, ucciso da un colpo di fucile

Si è trattato di un terribile incidente di caccia: l'uomo, Giovanni Squarcella, è morto sul colpo, ferito al petto. Denunciato per omicidio colposo l'altro cacciatore

Spara al cinghiale, ma colpisce e uccide per errore il collega cacciatore. Tragedia questa mattina, nelle campagne di Apricena, dove un uomo 57enne del posto è rimasto ucciso da un colpo di fucile destinato ad un cinghiale, esploso da un collega cacciatore.

Il fatto è successo intorno alle 9.30, nelle campagne in località Ponte La Rocca: un gruppo composto da una decina di uomini era impegnato in una battuta di caccia al cinghiale. L’animale individuato era rimasto ferito e si era rifugiato poco distante. Secondo quanto accertato, due cacciatori si sono staccati dal gruppo per appostarsi nei pressi dell’animale e ucciderlo.

Qualcosa però è andato storto: il cinghiale è fuggito passando tra i due cacciatori, uno ha fatto fuoco, l'altro è rimasto ucciso, colpito al petto dal pallettone. Per la vittima, Giovanni Squarcella, originario di San Giovanni Rotondo, non c’è stato nulla da fare. Denunciato a piede libero, con l’accusa di omicidio colposo l’altro cacciatore, di 58 anni. Sul posto, i carabinieri e gli operatori del  118 che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento