Gli rubano cabina del furgone, la ritrova su internet: era in vendita a Cerignola

E’ quanto accaduto a un uomo di Gravina di Puglia, che ha denunciato l’accaduto alla polizia. Il proprietario dell’area – dove è stato rinvenuto altro materiale rubato – è stato denunciato

L'area sequestrata

Navigando sul web, nello specifico visitando il portale internet Camionsupermarket.it, un cittadino di Gravina di Puglia ha riconosciuto la cabina del suo furgone rubatogli nel 2013. La scoperta lo ha spinto dapprima a verificare di persona, poi a recarsi presso il commissariato di Cerignola ribadendo le caratteristiche del mezzo già segnalate in fase di denuncia.

Il controllo permetteva di accertare che l’oggetto si presentava senza il longherone su cui è impresso il numero di telaio e con le targhette identificative palesemente contraffatte.  Quindi, con l’ausilio di personale del Reparto Prevenzione Crimine di Lecce, si procedeva al controllo dell’intera area.

In un locale del deposito, occultate tra varie parti meccaniche, gli agenti rinvenivano le targhe anteriori e posteriori di un Iveco Magirus oggetto di furto a Pietragalla e otto assali privi di numeri di telaio. Alla luce di quanto emerso, si procedeva a sequestrare l’area per ulteriori accertamenti. Per quanto sopra, il proprietario del deposito, 21enne cerignolano, incensurato, veniva denunciato per ricettazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

                                                            

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • In arrivo un nuovo decreto, filtra una bozza: restrizioni fino al 31 luglio e multe fino a 4mila euro per i trasgressori

  • Capitanata sotto choc, medico muore nell'inferno del Coronavirus. "Unica colpa è di aver fatto il suo dovere"

  • Coronavirus: due città diventano 'zona rossa' con almeno 51 casi positivi, quattro sono amaranto e tre lilla

  • "Mai visto nulla di simile". Dentro l'ospedale Covid di Casa Sollievo. Il dr Del Gaudio: "Il lavoro è duro e complesso"

  • Chiudono le pompe di benzina e gasolio: si comincia da mercoledì: "Da soli non ce la facciamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento