Cronaca Centro - Piazza Giordano / Via Giuseppe Rosati

Docenti foggiani s’incatenano davanti al Provveditorato: “No alla ‘Buona Scuola”

Uomini, donne e giovani in via Giuseppe Rosati manifestano contro il voto di fiducia alla ‘Buona Scuola’ di Matteo Renzi al Senato

I docenti foggiani non ci stanno e durante il voto di fiducia al DDL sulla scuola al Senato, manifestano davanti al Provveditorato degli studi al grido ‘No alla ‘Buona Scuola’, Renzi a casa’. Protestano – distesi sull’asfalto e incatenati - perché non vogliono che la loro sede di lavoro dipenda dalla chiamata dei presidi, perché viola il principio di imparzialità della pubblica amministrazione, perché limita la libertà di insegnamento, perché introduce arbitrari sistemi di valutazione del metodo, perché esalta una sterile competizione tra docenti, perché agevola i finanziamenti alle scuole private con forti sgravi fiscali”.

Jobs Act e ‘Buona Scuola’, due riforme un solo progetto reazionario si legge su uno dei cartelli che accompagnano la protesta:  “Renzi ora vuole rendere precari e ricattabili anche gli insegnanti e il personale non docente della scuola”. In via Giuseppe Rosati prosegue la protesta degli insegnanti della scuola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Docenti foggiani s’incatenano davanti al Provveditorato: “No alla ‘Buona Scuola”

FoggiaToday è in caricamento