A caccia nel Parco del Gargano: Forestale blocca e denuncia bracconiere

L'uomo è stato denunciato per esercizio venatorio illecito, cattura, uccisione e disturbo della fauna selvatica

Il fucile e le munizioni sequestrate

Un marchigiano è stato sorpreso dagli uomini del Corpo Forestale dello Stato di Cagnano Varano ad esercitare attività venatoria a Carpino in località ‘Varisce’ in una zona di massima tutela del Parco Nazionale del Gargano

Il bracconiere era munito di regolare porto d’armi, fucile semiautomatico calibro 12 ad anima liscia caricato con munizionamento a piombo spezzato, equipaggiamento utilizzato probabilmente per la caccia ai fringillidi, specie particolarmente protetta.

L’arma utilizzata e le munizioni sono state poste sotto sequestro penale probatorio. Ora l’uomo dovrà rispondere di introduzione di armi e materiale esplodente in area protetta, esercizio venatorio illecito, cattura, uccisione e disturbo della fauna selvatica.

L’attività di antibracconaggio è proseguita per tutto il fine settimana portando i forestali ad elevare sanzioni amministrative per omessa esibizione dei  documenti venatori, mancato recupero dei bossoli delle cartucce, omessa annotazione sul tesserino venatorio della giornata di caccia, mancato pagamento delle tasse di concessione governative e per assenza di autorizzazione per l’ambito territoriale di caccia.

Info: si invita a comporre il numero verde 1515 per segnalare attività di bracconaggio o comportamenti irregolari durante l’attività venatoria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento