rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Carpino

Bracconaggio sul Gargano: cacciatori indisciplinati, denunce della Forestale

Un bracconiere di Carpino sorpreso con armi e materiali esplodenti in area protetta ed esercizio venatorio illecito

Cacciatori sorpresi ad esercitare l’attività venatoria in area protetta, che spesso non annotano la giornata di caccia sul tesserino, non recuperano i bossoli delle cartucce, non pagano le tasse governative e regionali oppure omettono di esibire i documenti venatori. E’ quanto hanno scoperto gli uomini del Corpo Forestale dello Stato in merito all’attività di polizia giudiziaria finalizzata alla prevenzione e alla repressione dei reati in campo venatorio.

Quelli di Cagnano Varano, in località Valle San Martino a Carpino, hanno sorpreso in flagranza di reato un bracconiere originario del luogo  intento ad esercitare attività venatoria in area protetta. L’uomo è stato deferito a piede libero all’autorità giudiziaria per introduzione di armi e materiali esplodenti in area protetta ed esercizio venatorio illecito. Sono stati sottoposti a sequestro penale probatorio un fucile calibro 12 marca Beretta e numerose munizioni calibro 12 al piombo spezzato.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bracconaggio sul Gargano: cacciatori indisciplinati, denunce della Forestale

FoggiaToday è in caricamento