Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

60 famiglie senz'acqua da due mesi (ma a nessuno interessa): "Non meritiamo di essere abbandonati a noi stessi"

Isabella Antonacci, portavoce dei residenti di Borgo Tressanti: "Chiediamo che venga aperto un tavolo di confronto tra Prefettura, Comune e Acquedotto Pugliese per trovare una soluzione al problema. Abbiamo diritto anche noi all'acqua, bene comune"

 

"Gridiamo aiuto, ma nessuno ci ascolta". C'è stanchezza e rabbia nelle parole di Isabella Antonacci, portavoce dei residenti di Borgo Tressanti, frazione del Comune di Cerignola, dove da due mesi a questa parte 60 famiglie sono senz'acqua.

Il problema deriverebbe dall'interruzione del servizio della SIA, l'azienda ormai fallita che per oltre 20 anni si è occupata del trasporto dell'acqua potabile. "Chiediamo che venga aperto un tavolo di confronto tra Prefettura, Comune e Acquedotto Pugliese per trovare una soluzione al problema. Non diciamo 'no' ad altre alternative, l'importante è sedersi e decidere. Meritiamo anche noi l'acqua, bene comune", spiega.

Intanto, l'Aqp, con una nota stampa inviata in mattinata, si sfila dalla querelle:  "A Borgo Tressanti, zona rurale ubicata fuori dall’agglomerato urbano di Cerignola, la Società non gestisce il servizio idrico integrato. Per quanto concerne il servizio di autobotti, la disponibilità di fornitura integrativa di acqua è disposta esclusivamente ai clienti di AQP, in concomitanza con sospensioni dell’erogazione idrica, come previsto dalla Carta del Servizio Idrico Integrato".  

Intanto, la quotidianità per le 60 famiglie è diventata durissima: "Ogni giorno si va su e giù a prendere l'acqua ai fontanini. Non so per quanto potremo andare avanti così", continua Isabella. Ogni giorno su e giù, da Borgo Tressanti a Borgo Mezzanone per 24 km (12 all'andata e 12 al ritorno). "Per il momento cerchiamo un confronto con le istituzioni. Non meritiamo di essere abbandonati a noi stessi". | VIDEO

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento