Tragedia a Lucera: esplode ordigno in via Pasubio, muore 26enne

La vittima è Valerio Petrone, trovata all'esterno del circolo, riverso sull'asfalto e in una pozza di sangue. Al momento, i carabinieri non si escludono che possa trattarsi dello stesso attentatore. Sul posto, i vigili di Lucera

Il luogo dell'accaduto

Bilancio gravissimo per l’attentato dinamitardo (il quarto nelle ultime settimane) messo a segno, nella notte, a Lucera. Una persona, un giovane di 26 anni, ha perso la vita nell’esplosione avvenuta intorno all’una della scorsa notte, quando un ordigno rudimentale è stato fatto esplodere in via Pasubio 137, all’angolo con via Po, nella città federiciana.

La vittima - Valerio Petrone, avrebbe compiuto 26 anni a maggio - è stata trovata dai carabinieri che seguono le indagini del caso all’esterno del circolo, riverso sull’asfalto e in una pozza di sangue, il corpo dilaniato dall’esplosione. Ci sono volute alcune ore per risalire alla sua identità. Sul posto è stato necessario l’intervento di una squadra dei vigili del fuoco del distaccamento cittadino che ha bonificato e messo in sicurezza il tratto di strada.

Gli uomini del 115 hanno, inoltre, provveduto ad aprire ed ispezionare il locale, per accertarsi che il circolo - frequentato perlopiù da giovani del paese - fosse vuoto, come poi è risultato. Sull’accaduto sono in corso le indagini dei carabinieri che stanno cercando di capire la modalità dell’accaduto e soprattutto cosa ci facesse la vittima in quel posto, a quell’ora. Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti, infatti, c’è anche quella che si possa trattare dello stesso attentatore. Gli uomini dell'Arma stanno verificando la presenza di impianti di videosorveglianza attivi in zona che possano apportare importanti elementi ai fini delle indagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento