San Severo reagisce alle bombe: uno sportello antiracket e maggiori controlli

Numerose le azioni decise dal confronto con il comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica che si è svolto questa mattina nei locali della Prefettura di Foggia

Il vertice in Prefettura

Questa mattina in Prefettura si è riunito il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica convocato dal prefetto Maria Tirone, per discutere la questione sicurezza a San Severo. Il sindaco e l’assessore alla Legalità, preoccupati per il clima di insicurezza che si respira nella città dell’Alto Tavoliere, hanno illustrato gli incresciosi episodi che si sono verificati negli ultimi giorni e che stanno seminando, tra la popolazione, un clima di terrore. Alla presenza dei rappresentanti delle forze dell’ordine, Miglio ed Emiliano hanno chiesto un maggiore pattugliamento nelle ore serali e notturne, mettendo a loro disposizione l'organico della polizia locale diretto dal comandante Sacco.

Così Francesco Miglio, al termine dell’incontro: "Dal neo Prefetto e da tutti i rappresentanti delle forze dell'ordine c'è stata la massima disponibilità a collaborare per promuovere azioni di controllo straordinario del territorio ed é stato apprezzato l'impegno dell'Amministrazione che nei giorni scorsi ha predisposto controlli notturni potenziando l'organico delle forze dell'ordine con i propri uomini e mezzi. Sul tema della prevenzione, dell'educazione e della creazione di un'associazione Antiracket ci impegneremo per avviare percorsi condivisi con la Prefettura, le forze dell'ordine e le istituzioni oltre che con le associazioni cittadine. Intanto avvieremo a breve la Consulta della Legalità e lo sportello Amico Giusto proposto dalla Confesercenti, e attueremo completamente le azioni previste del Patto per la sicurezza".

Il primo cittadino e l'assessore alla Legalità, Michele Emiliano, hanno ribadito la volontà di ospitare sul territorio un presidio antiracket che possa essere punto d'ascolto per segnalazioni anche anonime dei cittadini, degli artigiani e dei commercianti locali. Il Prefetto, infatti, ha successivamente convocato la Confcommercio e la Confesercenti al fine di ascoltare e accogliere i timori della categoria e accoglierne le proposte. "Durante l'incontro è emersa anche la necessità ai fini della prevenzione e delle investigazioni di potenziare la video sorveglianza pubblica. Su questo punto dedicheremo la massima attenzione ad ogni tipo di iniziativa per reperire le risorse necessarie, soprattutto in vista dei nuovi Pon o Por sicurezza che dovrebbero essere pubblicati a breve" ha concluso Michele Emiliano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • Conte firma il nuovo Dpcm: locali chiusi a mezzanotte, feste in casa massimo in sei e quarantena da 14 a 10 giorni

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento