Blitz dei carabinieri in un appartamento: trovate bombe micidiali simili a quelle degli attentati dinamitardi, 4 arresti

Nella stessa abitazione, alla periferia della città, sono state inoltre sequestrate 177 munizioni di vario calibro e materiale utile per la produzione di altri ordigni artigianali. Sequestrati anche 7,5 kg di stupefacente  

Micidiali ordigni artigianali, munizioni e droga. Tutto sequestrato dai carabinieri. E' il bilancio delle attività messe a segno dai carbinieri di Foggia, lo scorso 24 gennaio, che hanno portato all'arresto di quattro persone.

All’alba di venerdì i militari, insieme a personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Puglia e del Nucleo Carabinieri Cinofili di Modugno, a seguito di una corposa ed incessante attività informativa sviluppatasi a seguito dei noti eventi incendiari, hanno individuato un’abitazione all’interno della quale ritenevano potessero essere custodite armi ed esplosivi (le immagini video del blitz).

Quando i carabinieri si sono presentati al cancello d’ingresso della tenuta, resisi conto della scomoda presenza, gli occupanti dell’abitazione hanno tentato di prendere tempo, per permettere ad uno dei familiari di disfarsi di un chilo di marijuana già pronto per essere smerciato; tuttavia, i carabinieri hanno scavalcato il muro di cinta per precipitarsi all’inseguimento dell'uomo e recuperare la droga.

Nel corso della conseguente perquisizione, con l’ausilio delle unità cinofile, sono stati rinvenuti altri 6.5 kg di marijuana custodita in un secchio, occultato in un ricovero di animali;  nel medesimo contesto operativo è stato denunciato in stato di libertà un 34enne foggiano, poiché all’esito delle perquisizioni locale e personale è stato trovato in possesso di 24 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina.

Ma il dato più importante dell’attività, come già anticipato da FoggiaToday, è il rinvenimento di 6 ordigni artigianali di elevata potenza, verosimilmente assimilabili a quelli utilizzati nei recenti attentati dinamitardi, interrati in diversi luoghi dell’appezzamento di terreno pertinente all’immobile insieme ad altri 105 artifizi pirotecnici a forma cilindrica, la cui vendita al pubblico è vietata,  e 177 munizioni di vario calibro e materiale utile alla produzione di altri ordigni artigianali.     

Gli ordigni esplosivi, dopo la messa in sicurezza da parte degli artificieri appositamente intervenuti da Bari, sono stati sottoposti a sequestro insieme ai sette chili di droga e le munizioni. I quattro arrestati sono ritenuti responsabili dei reati di detenzione di ordigni artigianali micidiali, munizioni e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Blitz antidroga nell'alto Tavoliere: una dozzina di arresti e perquisizioni nell'operazione 'Jolly'

Torna su
FoggiaToday è in caricamento