Una catena umana per i commercianti, una notte bianca contro le bombe

Foggia propositiva, gruppo del fondatore Roberto Parisi, lancia le due iniziative partorite dai circa tremila iscritti del gruppo per scuotere i foggiani

Immagine di repertorio

Una catena umana, centinaia di persone che si tengono per mano, una barriera visibile per difendere i commercianti e quanti sono nel mirino della criminalità, un gesto simbolico che deve spingere i foggiani a restare uniti. Dai social network parte un segnale forte e determinato su cosa possa fare la società civile per combattere e vincere la paura , ma anche l’omertà e l’indifferenza dopo l’escalation di ordigni fatti esplodere dinanzi ad attività commerciali di Foggia.

Dal gruppo ‘Foggia propositiva’, che conta circa tremila iscritti, emergono testimonianze di solidarietà alle vittime degli attentati ma anche idee per far comprendere che è il momento di lanciare segnali. Foggia propositiva invita le organizzazioni di categoria dei commercianti e le varie istituzioni sul territorio a far proprie due possibili idee per coinvolgere i cittadini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La prima proposta lanciata sul gruppo di Facebook, spiega il fondatore di Foggia propositiva Roberto Parisi, è un invito a partecipare ad una notte bianca diversa dal solito. Negozi aperti e vetrine illuminate il sabato (potrebbe essere prima o dopo la festività dell’Immacolata) fino all’alba, affinché la luce e le attività dei commercianti annientino il buio e il silenzio della notte rotto dalle esplosioni di ordigni. Altra idea lanciata sul web è quella di invitare associazioni, scuole e istituzioni a realizzare una catena umana, una barriera di cittadini che si tengono per mano davanti ai negozi in più punti, magari quelli più critici, della città, per non far sentire soli i commercianti”. Due idee che rientrano nel spirito operativo di Foggia propositiva che sarà a disposizione per mettere in atto qualunque iniziativa diretta a restituire fiducia e speranza alla nostra comunità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ancora assalto a portavalori sulla A14: paura tra gli automobilisti e traffico bloccato verso Canosa

  • Coronavirus, risalita vertiginosa dei contagi: 26 nuovi casi in Puglia (9 nel Foggiano)

  • Dal Lussemburgo alla Puglia per le ferie: 6 turisti positivi al Covid-19, erano partiti senza attendere i risultati del test

  • Emergenza Covid, ordinanza della Regione: obbligo di mascherina su spazi all'aperto, discoteche e locali

  • Coronavirus, 16 nuovi casi in Puglia (3 nel Foggiano): Cerignola diventa zona rossa

  • "Non posso 'chiudere' la Regione". Emiliano ai prefetti: "Regole ferree: dobbiamo convivere col virus"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento