Attentato a San Severo: bombe distruggono auto del segretario del Prc

Vittima dell'attentato è il segretario cittadino Umberto Borrelli. "Il livello delinquenziale si sta alzando sempre più"

Umberto Porrelli

Umberto Porrelli, segretario del partito di Rifondazione Comunista di San Severo, la notte di San Silvestro è stato vittima di un vile attentato. Due bombe, una posizionata nel cofano dell’auto e l’altra sul vetro posteriore, sono esplose distruggendo il mezzo. Le modalità del gesto non lasciano alcun dubbio sulla matrice dolosa. Nessuna bravata di fine anno quindi.

“Nonostante tutti i buoni propositi della Prefettura e delle forze dell’ordine – spiegano dal partito – volti a contrastare la criminalità, che però sta facendo diventare la città una vera e propria polveriera, dobbiamo prendere atto che il livello delinquenziale si sta alzando sempre di più, colpendo non solo negozi e siti produttivi, ma anche cittadini e ciò che questi cittadini rappresentano”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • 170 pazienti in terapia intensiva e 1392 in area non critica in Puglia. Nel Foggiano covid-free solo due comuni su 61

Torna su
FoggiaToday è in caricamento