menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
FOTO R. D'AGOSTINO

FOTO R. D'AGOSTINO

Paura in via Capozzi: bomba contro negozio di bomboniere "Mariella"

Trenta minuti dopo la mezzanotte, Foggia è stata ridestata da un boato: un ordigno rudimentale piazzato ai piedi dell'attività commerciale al civico 18 di quella via. Sul posto vigili del fuoco e polizia

Un botto sordo, udito nettamente in varie parti della città. Trenta minuti dopo la mezzanotte, Foggia è stata ridestata da un boato, un altro ordigno rudimentale piazzato ai piedi di una attività commerciale. A finire nel mirino dei malviventi è stato il negozio di bomboniere, liste nozze e articoli da regalo “Mariella”, al civico 18 di via Capozzi, a circa 100 metri dalla chiesa di San Michele.

La deflagrazione ha provocato danni, fortunatamente non ingenti, alla saracinesca e alla soglia d’ingresso dell’attività. Sul posto, per bonificare e mettere in sicurezza l’intera zona, una squadra dei vigili del fuoco del comando provinciale di Foggia e la polizia che seguirà le indagini del caso. Ancora una bomba, quindi, a Foggia, dopo quella fatta esplodere la notte tra il 31 marzo ed il 1° aprile dinanzi alla ‘Pizzeria Mia’ di via Guido D’Orso. Ordigni rudimentali, ‘avvertimenti’. Proprio come quelli fatti esplodere nelle ultime settimane nella vicina Lucera. Quattro in rapida sequenza: il primo in via Mazzini, contro un’abitazione, il secondo in via Don Minzoni, nei pressi di un pianoterra. Il terzo ordigno è esploso in via Ferrovia, contro un circolo privato, l’ultimo  in via Pasubio ed è costato la vita ad un ragazzo di 25 anni, Valerio Petrone, ritenuto il presunto attentatore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento