menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Polizia e vigili del fuoco

Polizia e vigili del fuoco

La mafia alza il tiro, un'auto incendiata e una bomba ai manager de 'Il Sorriso': sui due episodi indaga la DDA di Bari

La DDA di Bari indaga sull'esplosione dell'auto di Cristian Vigilante di via D'Aragona e sull'episodio di via Vincenzo Acquaviva di oggi. Alle 10.30 vertice in Prefettura

A provocare l'esplosione di via Vincenzo Acquaviva è stata una bomba carta innescata con una miccia a lenta combustione (le immagini video). L’onda d’urto ha interessato anche quattro autovetture parcheggiate - tra cui quella dell'uomo che aveva donato l'immobile del centro polivalente per anziani diretto dal manager foggiano di Sanità PiùLuca Vigilante, direttore della RSSA 'Il Sorriso' e fratello di Cristian, il direttore del personale al quale, il 3 gennaio scorso, ignoti hanno fatto esplodere l'autovettura in via D'Aragona

L’attentato dinamitardo è stato compiuto alle 5.43 mentre all'interno dei locali si trovava una addetta alle pulizie, ancora sotto choc per l'accaduto. Per fortuna la dipendente non ha subito lesioni personali. Lo scoppio ha invece danneggiato la saracinesca metallica de 'Il Sorriso di Stefano', che si è introflessa provocando la lesione di un vetro dell’infisso retrostante. 

Su entrambi gli episodi delittuosi, di via Acquaviva e via D'Aragona, indaga la Direzione Distrettuale Antimafia di Bari.

L’attentato sarà oggetto di attenzione nel corso di un vertice che si terrà stamani tra inquirenti ed investigatori alla presenza di Annapaola Porzio, commissario straordinario antiracket del Governo e del Procuratore della DDA di Bari con i vertici delle forze di polizia, ma anche di associazioni, enti e istituzioni del territorio.

"Cambiate vita, così non otterrete nulla, chi ve lo fa fare". Le prime parole a caldo di Vigilante ai responsabili (il video). "Noi andiamo avanti. Con la vostra solidarietà e con fiducia nelle istituzioni, nella magistratura, nelle forze dell'ordine e nella giustizia“ il commento del Gruppo Telesforo.

In Evidenza
Attualità

Dal 17 gennaio, la Puglia torna 'arancione': cosa è consentito fare e cosa no

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento