menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Piazzano bomba su un bancomat, ma la miccia si spegne: assalto sventato

A notare l'ordigno inesploso presso la Banca Popolare di Novara, una guardia giurata della Protect. Il vigilantes ha allertato la polizia che, a sua volta, ha richiesto l'intervento degli Artificieri di Bari

Un ordigno rudimentale molto potente, del peso complessivo di 1,3 kg è stato piazzato, la scorsa notte, sulla tastiera del bancomat della filiale in via Padre Antonio Da Olivadi della Banca Popolare di Novara. Un assalto sventato solo per un caso fortuito: secondo quanto accertato dalla polizia, la bomba era stata già innescata, ma la miccia - lunga circa 10 cm, del tipo “a lunga combustione” - per motivi ancora da accertare, si è spenta a metà corsa.

A notare l’ordigno inesploso, ma ancora pericoloso, posizionato sul bancomat è stata una guardia giurata dell’istituto Protect di Foggia, in servizio in zona ‘Macchia Gialla’. Il vigilantes ha allertato la polizia che, a sua volta, ha richiesto l’intervento degli Artificieri di Bari che hanno messo in sicurezza l’ordigno. Ci sono volute circa tre ore per bonificare l’intera area. Sull’accaduto, sono in corso le indagini della polizia che hanno acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza dell’istituto di credito che potranno fornire elementi utili alle indagini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento