rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca Arpinova / Via Alfonso I d'Aragona

Gli attimi di terrore di via D'Aragona, l'inferno delle bombe nel cuore in gola di Paola: "Potevano esserci dei bambini"

Il racconto di Paola Mele, foggiana e campionessa di karate residente nel quartiere dove ieri è esploso un ordigno che ha danneggiato tre autovetture e distrutto i vetri di alcune abitazioni

Panico, terrore, minuti interminabili di paura, di migliaia di foggiani che ieri sera sono sobbalzati da sedie, letti e divani per via di una o più potenti esplosioni. "Hanno tremato i vetri di casa", "sembrava che un aereo avesse infranto la barriera del suono", "pensavo fosse un terremoto", sono alcuni dei commenti dei foggiani postati nel tam-tam di notizie e informazioni che si è sviluppato sui social nei minuti successivi ai boati.

Forse due quelli avvertiti in altrettante zone della città, distanti tra loro e a distanza di qualche minuto l'uno dall'altro, ma al momento si registra soltanto quella di via Alfonso I D'Aragona, dove un ordigno ha fatto saltare in aria la Range Rover del responsabile del personale di una RSA provocando danni ad almeno tre auto parcheggiate e distruggendo i vetri di alcune abitazioni (il video).

Padre e figlia piccola salvi "per un malore"

Paola Mele, campionessa mondiale di karate, ha raccontato l'accaduto su Facebook: "Nel bel mezzo di un venerdì sera ti sei appena seduta sul divano, un boato che non si può descrivere ti sobbalza dal divano. I vetri di casa e le finestre sono sventrate. Il cuore ti salta in gola. Una nuvola di fumo enorme. Portone che non esiste più e finestre volate. Vetri ovunque. Macchine distrutte. E ringraziamo Dio come è andata, potevano passarci bambini e famiglie che tornavano a casa o sbucare dal portone, o entrare in casa. Non ci sono più parole. Non puoi sentirti sicuro neanche più in casa tua"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli attimi di terrore di via D'Aragona, l'inferno delle bombe nel cuore in gola di Paola: "Potevano esserci dei bambini"

FoggiaToday è in caricamento