menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ordigno ritrovato

L'ordigno ritrovato

Bomba d'aereo ad alto esplosivo sulla pista del 'Gino Lisa': di fabbricazione americana, neutralizzata in una cava

Gli artificieri dell'11esimo Reggimento Genio Guastatori di Foggia hanno disinnescato l'ordigno di fabbricazione americana risalente alla 2^ guerra mondiale

Gli Artificieri dell'Esercito hanno provveduto al disinnesco e alla neutralizzazione di un bomba d'aereo ad alto esplosivo del peso di 20 libre di fabbricazione americana, risalente al secondo Conflitto Mondiale, rinvenuta durante i lavori per l’ampliamento della pista dell’aeroporto Gino Lisa di Foggia.

Il delicato intervento, eseguito dai militari dell'11° Reggimento Genio Guastatori di Foggia, unità alle dipendenze della Brigata Pinerolo, è stato condotto da un team di artificieri specialisti, esperti nel settore della disattivazione di ordigni esplosivi regolamentari e di circostanza.

Le operazioni, rese particolarmente ostiche dalle condizioni in cui versava la spoletta di testa dell’ordigno, sono state disposte dal Comando Forze Operative Sud di Napoli con la coordinazione della Prefettura di Foggia e si sono concluse con la definitiva neutralizzazione del residuato bellico in una cava del comune di Manfredonia, senza disagi per la popolazione.

L’Esercito Italiano grazie alle capacità tecniche del proprio personale e dei mezzi che ha in dotazione, è particolarmente attivo nel fornire il proprio contributo per gli interventi di pubblica utilità.

In particolare gli uomini del Genio grazie all’esperienza maturata nei teatri operativi ed alla loro spiccata connotazione “dual–use” operano a favore della comunità sia in caso di pubbliche calamità, sia con la bonifica dei residuati bellici ancora ampiamente presenti sul territorio nazionale.

-- 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lopalco: "Puglia zona gialla non è liberi tutti"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento