Consiglieri regionali 'bocciano le donne', Saraò: “Violenza a 30mila persone”

Rita Saraò è la presentatrice legge di iniziativa popolare 50/50 per il riequilibrio della rappresentanza di genere in Consiglio Regionale

“Carissimi consiglieri regionali, carissimi franchi tiratori, carissimi consiglieri assenti, grazie per esservi mostrati gentili e senza alcun pregiudizio, grazie per gli sforzi che avete fatto, grazie per aver pensato alle future generazioni e quindi anche alle vostre figlie.

Grazie per aver reso pubblico il vostro sentire e la vostra autentica considerazione per il genere femminile, grazie per averci persino ascoltate, grazie per averci illuminate del vostro sapere, grazie per tutta la vostra amabilità e grazie soprattutto per la vostra coerenza. Avete superato la nostra fantasia e ci avete fatto vivere con la vostra grazia e la vostra umiltà il sogno di essere così ben rappresentate da Voi.

Con infinito rispetto per le 30000 persone che hanno firmato la proposta di legge di iniziativa popolare 50/50 siete stati lungimiranti e generosi come solo voi potevate esserlo. Grazie a tutti anche ai consiglieri regionali assenti perché erano impegnati in cose molto più importanti della sciocca proposta di 30000 pugliesi e grazie ai capigruppo che non li hanno sollecitati a partecipare.  Non si doveva mica approvare chissà cosa!

Voi, che sedete in consiglio da lunghi anni, solo voi sapete com’è bene procedere, voi solo sapete qual è il ruolo delle donne, voi solo potete fare il sacrificio necessario per occupare tutti i posti di potere e noi ve ne siamo davvero grate. Chi parla di casta e machismo si sbaglia,  voi siete i nostri bravi tutori e per fortuna non avete approvato la legge che poteva farvi rischiare di non essere rieletti e restare a casa.

Grazie per il cieco tradizionalismo nel quale giustamente amate tanto essere e farci essere. Sono davvero orgogliosa di avere tali uomini che mi rappresentano in consiglio regionale e senza dei quali le donne potrebbero davvero smettere di essere oggetto di violenze di ogni genere. Grazie per la violenza che avete riservato a 30000 persone che certamente vi apprezzano ora e per sempre.

Grazie per fantastica performance che avete realizzato ieri e per la quale non vediamo l’ora di rivedere la registrazione e farla vedere non solo ai pugliesi ma anche a tutti gli italiani affinché possano apprendere le vostre buone pratiche. Grazie per essere l’orgoglio della nostra regione, ora si che i vostri voti raddoppieranno, ora si che  vi porteremo come ottimo esempio da imitare”

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento