Cronaca Vieste

Vieste, protesta disoccupati: manifestanti occupano il mercato

Un centinaio di persone chiedono di lavorare. I poliziotti sono dovuti intervenire per sedare gli anima tra manifestanti e ambulanti. Sotto accusa l'amministrazione di Ersilia Nobile

I dieci disoccupati di Vico non sono gli unici a protestare contro le istituzioni. Megafoni, striscioni, bandiere e occupazioni stanno letteralmente dominando la scena politico-sociale di Vieste, il paese governato dall’esponente di centrodestra Ersilia Nobile e prossimo alle elezioni comunali.

L’attacco al potere dei giorni scorsi, così come è stato definito dai protestanti, sembra essere di matrice politica piuttosto che sociale. Ma i manifestanti giurano di voler lavorare e di non essere stati plagiati da nessuno. Dall’amministrazione pretendono risposte immediate e soprattutto un lavoro.

Come promesso questa mattina la protesta si è spostata presso il consueto mercato del lunedì. Dalle prime luci dell’alba una dozzina di persone hanno occupato la zona del lungomare Europa e bloccato l’accesso dell’area agli ambulanti. Sono volate parole grosse e ci è voluto l’intervento della forze dell’ordine per sedare gli animi. Il corteo, formato da un centinaio di persone, ha raggiunto il Municipio. Nessun organo sindacale e nessun esponente politico ha partecipato alla manifestazione

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vieste, protesta disoccupati: manifestanti occupano il mercato

FoggiaToday è in caricamento