menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il blitz al quartiere Ferrovia

Il blitz al quartiere Ferrovia

Le forze dell'ordine si fanno sentire, blitz al quartiere Ferrovia: beccati extracomunitari irregolari

Controlli della polizia, carabinieri, Gdf e polizia locale nel quartiere Ferrovia di Foggia, il 13 settembre 2017

In considerazione della necessità di rafforzare i controlli nel quartiere Ferrovia,  è stato stabilito, in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal nuovo Prefetto della provincia di Foggia, dr. Massimo Mariani, di intensificare e  rimodulare  alcuni dispositivi di sicurezza già esistenti, nonché di  introdurne  nuovi, tutti a carattere interforze, al fine di recuperare il senso di sicurezza nel territorio.

L’attuazione pratica di tale progettualità, disposta  dal Questore della provincia di Foggia Mario Della Cioppa, d’intesa con il Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri Col. Marco Aquilio e con il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, Col. Francesco Gazzani consisterà in una puntuale e costante attività di pattugliamento e controllo di tutto il Quartiere Ferrovia, delimitato dalle seguenti vie: Piazza Veneto, Via Manfredi, Via Sabotino, Via Scillitani, Piazza Cavour, Via Torelli, Via Fiume, nonché dell’area  ricompresa tra le vie Lanza e  Corso Cairoli, da un lato e Via Barra dall’altro,  con delimitazione data dalla Via Arpi, con particolare riguardo al tratto pedonale di Corso Vittorio Emanuele II.

Relativamente all’impiego delle Forze dell’Ordine,  le  tipologie di conformazione del dispositivo  prevedono l’impiego della Polizia di Stato con equipaggi delle Volanti, dei Reparti Prevenzione Crimine e della Polizia Amministrativa, dell’ Arma dei Carabinieri anche con personale dei NAS,  della Guardia di Finanza e di pattuglie della Polizia Municipale, anche  motomontate e con personale dell’Annonaria; saranno capillari anche controlli amministrativi volti alla verifica del rispetto delle norme sanitarie negli esercizi pubblici.

Tali attività sono iniziate nella serata di ieri in via sperimentale con cinque equipaggi della Polizia di Stato, uno dell’Arma dei Carabinieri, uno della Guardia di Finanza e due equipaggi della Polizia Municipale: sono state controllate 103 persone, di cui 26 pregiudicati. Accompagnati in Questura indici soggetti extracomunitari, per accertamenti relativi alla regolarità sul territorio nazionale, di cui cinque sono risultati irregolari e nei loro confronti sarà emesso provvedimenti di espulsione dal territorio nazionale. Sono stati fermati e controllati 26 veicoli ed elevate tre contravvenzioni al Codice della Strada; eseguiti controlli amministrativi ad un esercizio pubblico e ad un circolo privato.

I servizi, che  proseguiranno a tappeto, in maniera sistematica, almeno due/tre giorni a settimana, si propongono di assicurare la presenza di pattuglie nella zona per la tutela dei residenti, il contrasto al fenomeno del commercio abusivo e il controllo dei cittadini extracomunitari che gravitano nel quartiere, nella logica di prossimità e al fine di aumentare il senso di sicurezza percepita dai cittadini.

Controlli in zona Stazione: le dichiarazioni di Landella

"È un segnale importante, Il tema della sicurezza nelle vie limitrofe la stazione ferroviaria di piazzale Vittorio Veneto è da anni centrale. Le richieste dei cittadini residenti circa un aumento dei controlli hanno trovato quindi una significativa risposta da parte dello Stato, in attuazione delle indicazioni formulate dal Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Una dimostrazione plastica di attenzione vera e non retorica. Una necessità che avevo segnalato sia al nuovo Prefetto Mariani sia al nuovo Questore Della Cioppa nel corso degli incontri istituzionali tenuti al momento del loro insediamento. Intervenire in questa parte della città intensificando e potenziando i controlli, significa affrontare con serietà la delicatezza di una situazione che progressivamente ha assunto i caratteri dell’emergenza. Restituire sicurezza alla popolazione residente vuol dire essere interpreti di un disagio reale"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento