Cronaca

Presunti affidamenti 'familiari', il sindaco di Alberona legge gli atti e sbotta: "Il solito esposto anonimo"

Il primo cittadino sereno, interviene sui social: "Da avvocato penalista, ritengo che nelle prossime ore la vicenda sarà chiarita in senso favorevole agli interessati che, senza dubbio alcuno, verranno dichiarati innocenti"

Leonardo De Matthaeis

Blitz 'lampo' della guardia di Finanza ad Alberona, sospesi funzionari e dipendenti del Comune per un presunto affidamento 'familiare' di lavori relativi all'illuminazione.

Superato il trambusto per l'esecuzione delle misure interdittive (qui i dettagli dell'operazione), prende la parola il sindaco del paese dei Monti Dauni, Leonardo De Matthaeis: "Ho letto il provvedimento del tribunale di questa mattina. Da avvocato penalista, pur nutrendo (da sempre) grande rispetto per la magistratura e per gli organi inquirenti, ritengo che nelle prossime ore la vicenda sarà chiarita in senso favorevole agli interessati che, senza dubbio alcuno, verranno dichiarati innocenti".

"Dispiace per l'onda mediatica che getta ombre sul nostro bel paese. Peccato! Ognuno si assume le proprie responsabilità e pagherà per i danni di provocati. Invito pertanto ad astenersi da commenti diffamatori. Ah, dimenticavo: il solito, classico esposto anonimo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunti affidamenti 'familiari', il sindaco di Alberona legge gli atti e sbotta: "Il solito esposto anonimo"

FoggiaToday è in caricamento