Norme anti-Covid e turismo, blitz nei luoghi della movida garganica: raffica di controlli e sanzioni

Multati 8 locali su 20. Le principali violazioni: mancanza di mascherine del personale dei locali, inadeguatezza della segnaletica e dei prodotti igienizzanti e inidonea organizzazione della distanza tra i clienti

Immagine di repertorio

Proseguono i blitz dei carabinieri nei locali della movida dei principali centri garganici, in queste settimane frequentati anche da molti turisti.

Nelle notti dei recenti fine settimana, infatti, nell’apice della stagione turistica segnata dall'emergenza Coronavirus, la compagnia carabinieri di Vico del Gargano ha svolto una serie di servizi di controllo del territorio per assicurare ai villeggianti ed alla comunità garganica tranquillità e sicurezza, tenendo conto dell’attuale normativa di prevenzione del contagio da Covid-19. Effettuati quindi controlli mirati sul litorale, nelle piazze e nei vicoli dove, per la presenza di locali pubblici, si concentrano gruppi di persone e si snoda la movida.

I locali delle località turistiche di Rodi Garganico, delle Isole Tremiti, di Foce Varano di Ischitella, di San Menaio di Vico del Gargano e del centro storico di Carpino e di Peschici, sono stati obiettivo di un monitoraggio dei carabinieri e, attraverso l’osservazione dei militari in abiti civili, è stato rilevato a vista il rispetto delle norme anti-Covid: 20 gli esercizi monitorati di cui 8 sanzionati al pagamento di 280 euro entro 5 giorni ed alla misura accessoria della chiusura sino a 30 giorni.

Le principali violazioni: mancanza di mascherine del personale dei locali, inadeguatezza della segnaletica e dei prodotti igienizzanti e inidonea organizzazione della distanza tra i clienti. Nell’ambito dei blitz nei luoghi della movida, l’azione ha consentito anche di contrastare il fenomeno dell’uso di stupefacenti e dell’abuso di sostanze alcoliche alla guida, che provocano comportamenti incontrollati e pericolosi, specie dove c’è un’elevata concentrazione di persone: 3 i segnalati alla prefettura per uso personale di droga trovati in possesso di dosi di marijuana e 2 denunciati per ubriachezza alcolica alla guida, con tassi che superavano oltre 4 volte i limiti previsti.

Un locale è stato inoltre sanzionato per l’eccessiva emissione di musica ad alto volume. 75 le principali contravvenzioni al codice della strada elevate con conseguente detrazione di punti, riguardanti in particolare l’utilizzo delle cinture di sicurezza, del cellulare, il mancato utilizzo dei seggiolini per bambini e la velocità non commisurata alle condizioni della strada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • Puglia in zona gialla 'rinforzata' fino al 15 gennaio: cosa è concesso fare (e cosa no)

Torna su
FoggiaToday è in caricamento