San Severo: la biglietteria dei treni non chiuderà

“Servizio importante per una comunità di oltre 50mila abitanti, anche in vista di nuovi progetti legati alla mobilità su rotaie”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

La Camera del Lavoro esprime grande soddisfazione per l’importante risultato raggiunto dai sindacati nazionali dei trasporti di Cgil, Cisl, Ul, Ugl e Fast circa il mantenimento della biglietteria nella stazione di San Severo, nell’ambito di un confronto sulla riorganizzazione della rete di assistenza e vendita delle Ferrovie dello Stato.

“Registriamo con soddisfazione – afferma Angela Villani, coordinatrice della Cgil di San Severo – che a fare da contraltare alle tante parole spese a livello istituzionale vi sia stato l’impegno fattivo di Filt, Fit, Uil, Ugl e Fast. A loro va il nostro ringraziamento.

La chiusura della biglietteria avrebbe privato di un servizio essenziale una comunità di oltre 50mila abitanti, penalizzando in prospettiva anche gli altri investimenti sulla mobilità che stanno interessando il centro dell’Alto Tavoliere. Pensiamo agli interventi sulla linea garganica servente al turismo e a quella verso San Nicandro Garganico, così come all’ipotesi di progetto di treno-tram sulla tratta con Foggia”.

“Il mantenimento della biglietteria FS nella stazione di San Severo – conclude Angela Villani – è essenziale dal punto di vista della funzionalità e della qualità del servizio ai cittadini oltre che per la difesa e il rafforzamento dell’infrastruttura, nella prospettiva di tali progettualità”.

 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento