rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca San Severo

A San Severo si selezionano 35 ausiliari della sosta, ma il bando passa in sordina: la denuncia

Grave accusa del consigliere Francesco Stefanetti: l’Amministrazione Miglio avrebbe pubblicato un bando per la selezione di 35 ausiliari della sosta, da assumere a tempo determinato part-time, facendo passare la cosa in sordina

Un bando di selezione per pochi intimi. E’ la grave denuncia che il consigliere comunale di San Severo, Francesco Stefanetti muove contro l’Amministrazione Miglio che, a suo dire, avrebbe pubblicato un bando per la selezione di 35 operatori, “ausiliari della sosta”, da assumere a tempo determinato part-time e per la durata di 4 mesi, facendo passare la cosa in sordina, sfruttando il caldo e la scarsa attenzione del periodo estivo.

“CITTA’ CIVILE” SMASCHERA IL BANDO NASCOSTO

Il primo a portare l’esistenza del bando all’attenzione dell’opinione pubblica è stato il responsabile di ’Città Civile’, Nazario Tricarico. “A lui mi associo nell’iniziativa di rendere la questione “bando” di dominio pubblico e di cui condivido le valutazioni espresse”, spiega Stefanetti. “Ritengo che la Giunta Miglio continui a caratterizzarsi per la sua totale incapacità amministrativa e per i tentativi, peraltro maldestri, di imporsi attraverso scelte poco trasparenti”.

Afferma Stefanetti: “Pur nel rispetto delle prescrizioni normative vigenti in materia di trasparenza, l’Amministrazione dimentica di avvisare la cittadinanza su una questione così importante e così interessante. Nello specifico dimentica di avvisare circa 10.000 persone (numero di cittadini in possesso dei requisiti richiesti dal bando: età 18-40, licenza media, patente B o superiore) della possibilità di partecipare ad una selezione con 35 posizioni aperte”.

QUALI GARANZIE PER GLI EX AUSILIARI?

“Fa specie prendere atto - continua il Consigliere - che la parola di questa maggioranza valga meno che niente, zero. A riprova di ciò il fatto che fossero state date garanzie agli ex lavoratori e alle sigle sindacali incontrate nelle varie riunioni tenutesi a Palazzo Celestini, garanzie tesa alla salvaguardia dei lavoratori già impegnati in ruoli simili in passato”.

“L’amministrazione è venuta meno alle proprie promesse non prevedendo né una quota riservata agli ex lavoratori, né un titolo preferenziale né tanto meno un punteggio addizionale per l’esperienza maturata. Infine i limiti di età stabiliti rappresentano un’ulteriore ed inutile vincolo finalizzato all’esclusione di buona parte della popolazione. Si ribadisce pertanto l’invito a partecipare in massa alla selezione pubblica in questione che si ricorda ha termine di scadenza il prossimo 21 luglio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A San Severo si selezionano 35 ausiliari della sosta, ma il bando passa in sordina: la denuncia

FoggiaToday è in caricamento