La banda del tombino non si ferma: furto in via Trento, un altro sventato dalla polizia in Corso Giannone

Furto tentato in Corso Giannone presso un noto ristorante, messo a segno in via Trento ai danni di una azienda che produce pasta

Foto di repertorio

Non c'è solo la banda del buco a spaventare i negozianti e gli imprenditori foggiani, ma anche quella dei tombini, in azione anche la scorsa notte in Corso Giannone e in via Trento. Due i colpi, uno sventato e l'altro messo a segno. 

Ad avere la peggio una azienda che produce pasta. Intorno alle cinque del mattino i malviventi hanno forzato la saracinesca e infranto la vetrata con un tombino in ghisa, poi sono scappati portando via una piccola somma di denaro e una macchinetta di caffé.

Tre ore prima, presso un noto ristorante di Corso Giannone, ignoti, con la stessa tecnica hanno tentato di infrangere la vetrata della porta d'ingresso ma si sono dileguati all'arrivo delle volanti della polizia allertate dalla sala operativa. 

L'episodio fa il paio con quello avvenuto la scorsa notte, quando i malviventi si erano nuovamente accaniti contro il negozio Kasanova. Anche in quel caso, con l'ausilio di due passanti che in quel momento vigilavano le bancarelle del Natale, la polizia era riuscita a sventare il quarto furto compiuto o tentato ai danni dello stesso esercizio commerciale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento