Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Niente scuola per 11 bambini disabili costretti dalla burocrazia a restare a casa

I genitori degli undici bambini della Don Milani, secondo il consigliere regionale Anna Nuzziello, da mesi proverebbero a mettersi in contatto con l'amministrazione comunale, senza ricevere alcuna risposta sugli esiti dei ricorsi

Ha ragione il consigliere regionale, Anna Nuzziello, a ritenere scandaloso e incivile per Foggia, città capoluogo di provincia, l’episodio che annovera tra le sue vittime alcuni bambini disabili che non hanno ancora ottenuto il permesso di poter cominciare l’anno scolastico.

A tre settimane dalla prima denuncia fatta dall’esponente foggiano de “La Puglia per Vendola”, per questi bambini la soluzione sembra essere ancora un miraggio: “E' un grave oltraggio ai diritti e alla dignità umana dei fanciulli''.

I genitori dei bambini, secondo Nuzziello, da mesi proverebbero a mettersi in contatto con l'amministrazione comunale, senza alcun esito. ''Facendomi portavoce della disperazione e del dolore che le famiglie dei bambini stanno vivendo - continua Nuzziello - sono intervenuta personalmente con il sindaco Mongelli, che mi aveva assicurato che presto i bambini sarebbero tornati a scuola. Ma ancora nulla''.

''L'invito - conclude Nuzziello - che questa volta rivolgo agli amministratori comunali di Foggia è di immedesimarsi nel ruolo dei genitori e a pensare ai bambini disabili come se fossero loro figli solo per un momento, sono certa che le barriere burocratiche che li dividono dalle soluzioni per mandarli a scuola finirebbero di diventare insormontabili''. I bambini – lo ricordiamo - sono costretti ad attendere gli esiti dei ricorsi di una gara d'appalto espletata dal Comune di Foggia per l'individuazione di una cooperativa esterna

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente scuola per 11 bambini disabili costretti dalla burocrazia a restare a casa

FoggiaToday è in caricamento