Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Poggio Imperiale / Località Tre Valli

Omicidio Radatti: nessuna svolta nelle indagini, presto l'autopsia sul corpo

Per ora, non sono emersi elementi utili. Nemmeno dai familiari del 57enne che non sanno spiegarsi i motivi di una tale tragedia: l'assassino, infatti, ha infierito suo corpo di Radatti con ferocia e rabbia inaudite

Sarà affidato oggi, dal pm della Procura di Foggia Sofia Anfossi, l'incarico al medico legale di eseguire l'autopsia sul cadavere di Angelo Radatti, il 57enne titolare di una ditta di autospurgo di Apricena ucciso con 70 coltellate all'addome, al petto e alla schiena, il cui corpo è stato ritrovato sabato scorso nelle campagne di Poggio Imperiale.

Non c'è, al momento, alcuna svolta nelle indagini condotte dai carabinieri del comando provinciale di Foggia, che anche ieri e oggi hanno sentito diverse persone, soprattutto tra gli amici della vittima, nella speranza di poter acquisire elementi utili per la cattura dell'assassino.

Per ora, però, non sono emersi elementi utili neppure dall'audizione dei familiari della vittima, che hanno dichiarato ai militari che non si sarebbero mai aspettati una cosa del genere e non sanno darsi quindi una spiegazione.

Il corpo di Radatti è stato trovato all'interno della sua Fiat Punto bianca in località Tre Valli nelle campagne di Poggio Imperiale, da un contadino che ha dato poi l'allarme ai carabinieri. Nell'auto i militari dell'Arma hanno trovato l'arma del delitto, un coltello con una lama lunga sette-otto centimetri che la vittima custodiva nel cruscotto della vettura. L'assassino di Radatti ha infierito con ferocia e rabbia sul suo corpo.

FOTO | Omicidio tra Apricena e Poggio Imperiale: ucciso Angelo Radatti

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Radatti: nessuna svolta nelle indagini, presto l'autopsia sul corpo

FoggiaToday è in caricamento