Cronaca Cerignola

Cerignola, donna partoriente morta per emorragia da cause naturali

Lo ha stabilito l'autopsia effettuata da Vittorio Fineschi. Daniela Curiello è deceduta la sera del 30 dicembre dopo un intervento chirurgico. Stazionarie le condizioni del neonato partorito

Daniela Curiello, la ragazza partoriente di 27 anni deceduta dopo un intervento chirurgico all’Ospedale Tatarella di Cerignola, è morta per un’emorragia interna provocata da cause naturali.

Lo ha stabilito l’autopsia effettuata dal dirigente del reparto di Medicina legale degli Ospedali Riuniti, il professor Vittorio Fineschi, su disposizione del sostituto procuratore Domenico Minardi.

IL FATTO – La sera del 30 dicembre la ragazza ha accusato un forte malore. Trasportata d’urgenza in ospedale, è stata sottoposta ad un intervento chirurgico. Si è spenta a soli 27 anni sotto i ferri, non prima però di aver dato alla luce il suo bambino, che ora si trova ricoverato nel reparto di rianimazione degli Ospedali Riuniti.

La morte della giovane donna, che avrebbe dovuto partorire il 4 gennaio con taglio cesareo, ha sconvolto un’intera città e soprattutto i familiari. Poche ore dopo il decesso, il compagno ha sporto denuncia dell’accaduto al comando dei carabinieri, senza però puntare il dito contro nessuno.

Sequestrata la cartella clinica della vittima, Il medico del 118 in servizio la sera del 30 dicembre è stato raggiunto da un avviso di garanzia, prassi che gli ha permesso di nominare un suo legale di fiducia e di assistere all’esame autoptico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerignola, donna partoriente morta per emorragia da cause naturali

FoggiaToday è in caricamento