menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carabinieri a Rignano Scalo

Carabinieri a Rignano Scalo

Omicidio Rignano Scalo: eseguita l’autopsia, si cerca l’auto di Fatone

Eseguita l'autopsia: schiacciamento della calotta cranica e trauma facciale. Messo sotto controllo il cellulare della vittima ritrovato con la batteria staccata. Proseguono le ricerche dell'auto

L’omicidio di Antonio Fatone, il 43enne di San Severo trovato assassinato in un fondo agricolo di Rignano Scalo, a 10 chilometri dal capoluogo dauno, resta ancora un mistero.

L’autopsia effettuata sul corpo della vittima ha confermato la tesi secondo la quale l’uomo sarebbe stato ucciso dal blocco di cemento ritrovato a pochi metri dal cadavere – schiacciamento della calotta cranica e trauma facciale provocato da corpo contundente –, ma resta da chiarire se sia stato ammazzato qualche giorno prima e soprattutto se l’omicidio sia avvenuto in un luogo diverso da quello in cui il corpo è stato ritrovato da un agricoltore.

ANTONIO FATONE: IL "CUSTODE DEL CIMITERO"

Intanto si continua a cercare la Renault Clio con la quale la vittima si è allontanata di casa il 14 febbraio per recarsi sul luogo di lavoro. Il suo datore potrebbe essere l’ultimo ad averlo visto. Antonio Fatone guidava una betoniera di un’impresa di calcestruzzi.

Nel frattempo è stato messo sotto controllo il suo cellulare ritrovato senza la batteria. E anche stamattina, come avvenuto nelle giornate di sabato e domenica, un elicottero dell’arma si è alzato in volo per intensificare le ricerche. 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento