Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Shock a bordo degli autobus-navetta degli ultrà, autisti minacciati e mezzi distrutti: "Basta, abbiamo paura"

Dopo l'ennesimo episodio di violenza che si è consumato prima e dopo l'incontro di calcio tra Benevento e Foggia a bordo degli autobus-navetta. La testimonianza degli autisti Mario e Rino

 

Antonio Saponaro, sindacalista della Filt-Cgil si fa portavoce della rabbia dei conducenti degli autobus che effettuano il servizio di trasporto dei tifosi in trasferta dalla stazione allo stadio e viceversa e interprete delle altre organizzazioni sindacali Uil-Uilt, Ugl Trasporti e Faisa Confail: "Lamentiamo questo disagio che purtroppo continua nonostante tempo fa scrivemmo alla Prefettura che questa situazione per noi stava diventando insostenibile". Sabato, prima e dopo la partita tra Foggia e Benevento, sono stati danneggiati quattro mezzi "e il nostro personale ha dovuto compiere un trasporto difficile in quanto sono stati insultati e minacciati" spiega Saponaro.

Il nostro personale impegnato nel trasporto della tifoseria ospite, si è trovato per l'ennesima volta a far fronte da solo a situazioni pericolose per la propria incolumità. In particolare, è stato oggetto di sassaiole con conseguente caduta di vetri frantumati, pesanti minacce e insulti durante tutto la svolgimento del servizio, ed è solo e soltanto per l'abnegazione dei nostri autisti che nonostante tutto hanno portato a termine il trasferimento della tifoseria se non si sono create ulteriori situazione di pericolo per l'ordine pubblico. Simili episodi sono già stati denunciati di recente dalle scriventi, visto il reiterarsi di simili episodi i lavoratori tutti si asterranno dall'effettuare in futuro questo servizio. (Uil-Uilt, Ugl Trasporti e Faisa Confail, Filt-Cgil)

I conducenti dichiarano di non voler più effettuare il servizio, "è pericoloso". Rino e Mario aggiungono:"Siamo in balia di balordi e indifesi, 30 minuti all'andata e altri 30 al ritorno ci pesano tantissimo in termini psicologici, ci sentiamo indifesi e abbiamo paura".

Dei quattro mezzi danneggiati, tre sono stati rattoppati al meglio e da oggi hanno ripreso a circolare mentre uno è rimasto in officina in attesa di essere riparato.

Le organizzazioni sindacali hanno nuovamente scritto a Questura e Prefettura:  "Il nostro personale impegnato nel trasporto della tifoseria ospite, si è trovato per l'ennesima volta a far fronte da solo a situazioni pericolose per la propria incolumità. In particolare è stato oggetto di sassaiole con conseguente caduta di vetri frantumati, pesanti minacce e insulti durante tutto la svolgimento del servizio, ed è solo e soltanto per l'abnegazione dei nostri autisti che nonostante tutto hanno portato a termine il trasferimento della tifoseria se non si sono create ulteriori situazione di pericolo per l'ordine pubblico. Simili episodi sono già stati denunciati di recente dalle scriventi, visto il reiterarsi di simili episodi i lavoratori tutti si asterranno dall'effettuare in futuro questo servizio"

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento