menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Auto in mare nel porto di Manfredonia: salvi per miracolo gli occupanti del mezzo

E' accaduto all'alba. Sul posto, insieme alla Capitaneria di porto ed ai carabinieri, un'autogru dei vigili del fuoco con i sommozzatori ancora impegnanti nel recupero del mezzo che si è inabissato a 6 metri di profondità

Non è chiara la dinamica dell’incidente, nemmeno in che modo i due occupanti del veicolo siano riusciti a mettersi in salvo prima che la loro Suzuki Swift bianca finisse in mare nei pressi del molo di Ponente del porto di Manfredonia.

E’ quanto accaduto all’alba di oggi, nel centro sipontino, dove un’autogru dei vigili del fuoco, insieme ad alcuni sommozzatori, è ancora impegnata nelle operazione di recupero del mezzo, che giace in mare a 6 a circa metri di profondità.

Bagno gelato, dunque, per i due occupanti del mezzo che - miracolosamente - sono riusciti a raggiungere la banchina prima che l’auto si inabissasse e senza riportare danni fisici. In loro soccorso era arrivata anche la motovedetta della Capitaneria di Porto “CP717” e l’autopattuglia del Nucleo Operativo Impiego Portuale della Guardia Costiera.

L’incidente è avvenuto in un tratto del molo vicino al cantiere che interessa il porto, lavori appaltati dall’Autorità Portuale di Manfredonia e che rientrano nei più ampi lavori di rifacimento del porto commerciale. Sul posto, insieme agli uomini Capitaneria di Porto di Manfredonia, anche i carabinieri del centro sipontino che dovranno seguire le indagini del caso.

I malcapitati hanno subito un forte shock ma sono in buone condizioni di salute. Nei loro confronti è stato elevato un verbale amministrativo di contestazione: stante particolarità del sito connesso alla destinazione delle banchine portuali, infatti, l’accesso in porto è consentito solo a persone e veicoli autorizzati, la cui violazione comporta una sanzione amministrativa da euro 51,00 a euro 309,00.

Un caso analogo, lo ricordiamo, avvenne nel settembre scorso quando una Ford Fiesta con a bordo due fidanzatini di Manfredonia fu recuperata dai vigili del fuoco e dagli uomini della Capitaneria di Porto dopo essersi ritrovata nello specchio d’acqua del molo di Tramontana del porto di Manfredonia. Anche in quel caso, per gli occupanti del mezzo, solo tanta paura, un bagno ghiacciato e una multa salata da pagare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lopalco: "Puglia zona gialla non è liberi tutti"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento