Cronaca Manfredonia

"Gay di mer...Morite!" sui loro volti, poi l'incendio dell'auto nuova di zecca. Baristi sotto choc: "Non abbiamo fatto mai del male a nessuno"

La denuncia via social della coppia di baristi Cosmo e Max. Un anno e mezzo fa un altro grave episodio

Un rumore assordante e la macchina che va in fiamme. Il secondo grave avvertimento dopo il grave atto intimidatorio di un anno e mezzo fa, quando ignoti avevano appoggiato una loro foto sul parabrezza dell'auto con la scritta: '"Gay di merda. Morite'.

A denunciare l'accaduto una coppia gay di Manfredonia, Cosmo e il compagno di origini crotonesi Max. Entrambi baristi, l'altro notte, l'auto nuovissima di zecca, una Lancia Y, è stata data alle fiamme.

"Sacrifici e affetti distrutti in pochi minuti. Molto probabilmente si tratta di un reato doloso. Sospetti? Tanti. La mente in questi istanti è in confusione. Episodi ne sono successi in questi mesi ma niente di grave. Uno tra tanti una foto di coppia stampata e messa sul parabrezza con i volti cancellati e con la scritta "Gay di merda. Morite". Del male non non ne abbiamo fatto a nessuno. Mai una parola di troppo, mai situazioni che hanno creato problemi o disagi ad altre persone. Abbiamo sempre fatto del bene e nonostante le tante porte sbattute in faccia non abbiamo mai mollato. Siamo umili e forti. Condanno questo vile episodio e purtroppo per voi noi non molliamo, andiamo avanti a testa alta per la nostra strada. Nonostante tutto" ha scritto Max su Facebook.

Qualche ora dopo è arrivato il commento del compagno Cosmo: "Qualcuno si è divertito dando fuoco alla nostra macchina. Non so lo scopo di questa "bravata" quale fosse, un anno e mezzo fa un foglio con su i nostri volti con tanto di didascalia "gay dovete morire" era posato sulla nostra prima macchina, anche essa ovviamente distrutta, ad oggi mi chiedo se sia la nostra omosessualità, se sia la nostra bontà, la nostra bocca a dir sempre la verità anche se scomoda, il nostro amore, l'ideale di casa, matrimonio o coppia non so, so solo che abbiamo un limite, e questa sera è stato toccato con tanto dolore, la mia città continua a darmi sempre più delusioni, amici, parenti, un volto di schifo e pietà, complimenti"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Gay di mer...Morite!" sui loro volti, poi l'incendio dell'auto nuova di zecca. Baristi sotto choc: "Non abbiamo fatto mai del male a nessuno"

FoggiaToday è in caricamento