“Teatroterapia: emozioni di donne” a cura della psicologa Aurelia Gagliano

L’iniziativa si è svolta a San Paolo di Civitate

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

GAGLIANO AURELIA-2Teatroterapia: emozioni di donne. Protagoniste del gruppo sono giovani mamme che hanno messo in scena le proprie emozioni dopo tutto un processo esplorativo e cognitivo seguito dalla psicologa esperta in teatro Aurelia Gagliano. L’iniziativa si è svolta ieri sera presso la scuola Grimaldi a San Paolo di Civitate dopo il successo dell’esperienza portata a termine a Foggia e a Lucera.

Non si tratta di una messa in scena di un testo teatrale, ma la rappresentazione  nasce dalla tecnica dell’improvvisazione facendo scaturire emozioni recondite. Tramite il gioco e la spontaneità la persona si libera dal ruolo quotidiano e dà vita all’altro da sé. Attraverso questi si viene a creare l’ingranamento tra persona e personaggio per poi mettere tutto in scena.

I personaggi che emergono durante l’improvvisazione, sono proiezioni interpretative, sub personalità che, integrate, con la personalità centrale dell’attore, creano l’alchimia del possibile cambiamento.

La teatroterapia si basa su un lavoro pre-espressivo di preparazione di quello che è il terreno umano su cui vado a lavorare, quindi sostanzialmente il corpo, la voce, la relazione con lo spazio. La teatroterapia è improvvisazione. Improvvisando si trae piacere dal fare senza pensare alla terapia, infatti non c'è la spiegazione cognitiva nell'agire.

Per fare questo occorre il gruppo, perchè c'è un inconscio collettivo e tra l'altro attraverso il gruppo l'individuo può superare facilmente le proprie barriere e lavorare su se stesso fungendo da protagonista.

Nell'improvvisazione o nell'espressione avviene, indubbiamente, quel processo catartico d'immedesimazione e di trasformazione nella persona. Infatti non trattandosi di una psicoterapia è necessario che l'individuo sia disposto a mettersi in discussione attraverso un metodo che asseconda i suoi ritmi: tuttavia lascio ampio spazio all'improvvisazione perchè credo che sia alla base di un processo di trasformazione.

Lasciare libera quella parte irrazionale senza timore che del giudizio, è il passo decisivo per dare avvio al processo di cambiamento di noi stessi. 

 

AURELIA GAGLIANO -  di Foggia,  svolge la libera professione come Psicologa, Counselor e Teatrante sia in ambito clinico sia in quello della formazione. Ha esperienza pluriennale nella conduzione di varie tipologie di gruppi e tecniche relazionali, conduce gruppi di consapevolezza interiore per genitori e coppie in crisi, di teatro-terapia e counseling. Collabora con diversi Istituti scolastici. È iscritta all’albo degli Psicologi della Regione Puglia.

 

Torna su
FoggiaToday è in caricamento