Sindacati a Palazzo di Città: “Basta colpire lavoratori e pensionati foggiani”

Cgil, Cisl e Uil di Capitanata: "E' inaccettabile continuare a perseguire l'obiettivo della salvaguardia del bilancio comunale colpendo ripetutamente i bilanci delle famiglie"

La protesta dei sindacati

CGIL, CISL e UIL di Capitanata esprimono preoccupazione per l’aggravamento dei bilanci familiari di lavoratori e pensionati foggiani, derivante dalla decisione dell’Amministrazione Comunale di aumentare l’IMU sulla prima casa, dal 4 al 5,5 per mille.

Per questo motivo in mattinata sono scesi in Corso Garibaldi e hanno presieduto Palazzo di Città, dove si sta svolgendo il consiglio comunale. “I cittadini – scrivono i sindacati - sono già provati dalla pesante crisi economica, dalla carenza di occupazione e dall’aumento della tassazione nazionale; a cui si sono aggiunti recentemente gli aumenti della TARSU da parte del Comune e dell’addizionale sulla RC auto da parte della Provincia”.

LA NOTA CONGIUNTA

NELLE FAMIGLIE FOGGIANE CI SONO SEMPRE MENO SOLDI | Ciò oltre a comportare difficoltà a soddisfare le primarie esigenze, rallenta ulteriormente l’intera economia cittadina. Le conseguenze del progressivo indebolimento del potere d’acquisto dei foggiani si evincono, d’altronde, dalla continua chiusura di attività commerciali, con conseguente perdita occupazionale, che si sta incrementando negli ultimi mesi a Foggia.

IL COMUNE RIPRENDA IL DIALOGO CON LA CITTA’ ATTRAVERSO LA CONCERTAZIONE | E’ inaccettabile da parte degli amministratori locali continuare a perseguire l’obiettivo della salvaguardia del bilancio comunale colpendo ripetutamente i bilanci delle famiglie; attraverso politiche, per giunta mai condivise né concertate con gli organismi sociali intermedi, che stanno mettendo totalmente in ginocchio le famiglie, alle quali sono stati già fortemente ridotti i servizi.

E’ URGENTE CREARE LAVORO E QUALITA’ DELLA VITA | CGIL CISL e UIL di Foggia chiedono all’Amministrazione Comunale di mantenere gli impegni, assunti con le parti sociali, finalizzati al rilancio dell’occupazione e della qualità della vita nella Città di Foggia. In particolare, CGIL CISL e UIL chiedono l’apertura dei quattro tavoli tematici stabiliti nell’incontro con il Sindaco dello scorso 3 aprile 2012 su pubblici servizi, legalità e sicurezza, urbanistica e politiche sociali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento