Vernice e bottiglia molotov contro la villetta del sindaco: atto intimidatorio a Poggio Imperiale

E' accaduto la scorsa notte, ai danni dell'abitazione del primo cittadino Alfonso D'Aloiso. Sull'accaduto sono in corso le indagini dei carabinieri

Alfonso D'Aloiso

Atto intimidatorio contro il sindaco di Poggio Imperiale. Una bottiglia incendiaria (simil-molotov) e un secchio di vernice grigia sono stati lanciati, la scorsa notte, contro l'abitazione del sindaco di Poggio Imperiale, Alfonso D'Aloiso.

Il fatto è accaduto dopo l'una della scorsa notte, in via Montenero: la vernice ha imbrattato parte della facciata della villetta, mentre la bottiglia incendiaria ha danneggiato parzialmente una finestra. In quel momento nessuno era in casa. Sull'accaduto sono in corso le indagini dei carabinieri, che stanno verificando la presenza di telecamere in zona. Non è la prima volta che il primo cittadino viene preso di mira: solo un anno fa, su alcuni muri della cittadina dell'Alto Tavoliere apparsero scritte ingiuriose contro la sua persona.

"Alfonso D'Aloiso non è solo, sono e siamo al suo fianco. Violenza e minacce si battono uniti, perciò solidarietà e collaborazione con il sindaco di Poggio Imperiale saranno sempre più intense". Lo ha detto l'assessore al Bilancio e Programmazione della Regione Puglia, Raffaele Piemontese, commentando l'atto intimidatorio di cui il sindaco del PD è rimasto vittima.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Caos playout, il Comune sostiene il Foggia calcio e chiama in causa i legali

  • Cronaca

    Portano via un cane con la forza, volontaria aggredita e minacciata: "Sgozzo te e la Melfitani, poi incendio il locale"

  • Cronaca

    Vandali imbrattano le fioriere del centro di Foggia. L'ira di Landella: "Balordi che si credono artisti"

  • Cronaca

    Prima notte di nozze turbolenta tra Macari e Kragl, litigano e arriva la polizia. Poi il bacio: "Non abbiamo sfondato la stanza"

I più letti della settimana

  • Arrestati i 'fannulloni' dell'ospedale di San Severo: c'è anche un primario, andavano al bar o al mare invece di lavorare

  • Furbetti e assenteisti, arrestati noto primario e dipendenti. La Asl di Foggia: "Sarà dato corso ai licenziamenti"

  • Violenza inaudita a Stornara: aggredisce ragazza a morsi, le stacca parte del labbro e le procura gravi lesioni al volto

  • Assenteismo, blitz nelle strutture dell'Asl: otto arresti della guardia di finanza, sospeso un dirigente

  • Vasta operazione anticrimine dei carabinieri su San Severo: alba di perquisizioni e sequestri

  • Scandalo in ospedale, assenze non giustificate e "forzature" del sistema informatico: ecco i motivi dell'arresto di Pennacchia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento