menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Polizia autostradale

Polizia autostradale

Prevenzione del rischio incendi in A14: più controlli di polizia, ai 'raggi x' le precese a ridosso dell'autostrada

Intensificati i controlli della polizia autostradale: gli operatori verificheranno l’esatta esecuzione delle fasce protettive (le cosiddette ‘precese’), da realizzarsi al termine della mietitura,ai margini di ogni campo

Intensificati i servizi di vigilanza della polizia stradale, nell’ambito delle attività antincendio previste per l’estate 2020. Con l’approssimarsi della stagione estiva, infatti, aumentano i rischi connessi agli incendi in ambito autostradale, che lo scorso anno hanno provocato non pochi problemi di sicurezza viaria.

Anche quest’anno i servizi di prevenzione di incidenti in ambito autostradale, causati dal fumo in carreggiata, hanno visto l’impiego di tutte le pattuglie della sottosezione polizia Stradale di Foggia, che, oltre ai servizi di vigilanza stradale, hanno anche il compito di monitorare, costantemente, l’applicazione di tutte le prescrizioni previste dalla normative specifiche emanate proprio per contrastare il fenomeno degli incendi boschivi e quello degli incendi delle stoppie al termine della mietitura.

Il lungo e laborioso lavoro di controllo degli operatori, finalizzato a  verificare l’esatta esecuzione delle prescritte fasce protettive (le cosiddette ‘precese’), da realizzarsi al termine della mietitura, perimetralmente, in tutti i terreni a coltura cerealicola e quelli a ‘maggese’, confinanti con le più importanti arterie stradali e ferroviarie, che, si ricorda, deve essere di 15 metri, sta dando quest’anno, eccellenti risultati, in netta controtendenza rispetto agli anni precedenti, per la drastica diminuzione di incendi e fumo in carreggiata.

I risultati ottenuti lungo la tratta della A14 di competenza (che ricomprende i caselli autostradali da Poggio Imperiale a Canosa di Puglia), sono il frutto del capillare lavoro di prevenzione ma anche di repressione, visto che le sanzioni comminate ai proprietari/conduttori dei terreni confinanti con l’autostrada, per la mancata esecuzione delle precese, nella stagione 2018/2019, sono state 54, per un ammontare di circa 45mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento