Cronaca

Colpi di pistola contro l’auto di Vescera, dirigente antiracket di Vieste

Tano Grasso: "Inquietante coincidenza tra le passeggiate antiracket e l'atto intimidatorio a Vittoria Vescera"

Foto da internet

Il 10 giugno scorso le hanno incendiato l’auto, mentre ieri sera hanno sparato quattro colpi d'arma da fuoco contro la sua macchina parcheggiata sotto casa. Vittima dei due attentati intimidatori il dirigente dell’associazione antiracket di Vieste, Vittoria Vescera.

L’episodio, avvenuto dopo le passeggiate di Foggia, Monte Sant’Angelo, Peschici  e anche di Vieste alla presenza del prefetto e delle forze dell’orine, è stato denunciato dall’associazione antiracket della città del faro e dal presidente FAI, Tano Grasso: “C’è una inquietante coincidenza  tra le passeggiate antiracket ed il gravissimo danneggiamento che ha colpito Vittoria Vescera, autorevole dirigente dell’associazione antiracket di Vieste e della FAI. In tutti questi luoghi l’esperienza dell’associazione antiracket di Vieste è stata indicata come un modello da seguire, come un’efficace opportunità di liberazione dal racket per gli operatori economici". 

La risposta ai bossoli e il respingimento a ogni forma di intimidazione si farà sentire nella giornata di sabato quando Tano Grasso tornerà a Vieste in compagnia del commissario straordinario antiracket, Elisabetta Belgiorno, del prefetto Luisa Latella e dei vertici delle Forze dell’Ordine.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpi di pistola contro l’auto di Vescera, dirigente antiracket di Vieste

FoggiaToday è in caricamento