rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Cronaca

Attentato Villani, Rizzi: "Chi fa rispettare regole non è ben visto sul Gargano"

La solidarietà del Centro Studi Naturalistici che non può non esprimere solidarietà del Corpo Forestale dello Stato al comandante Antonio Villani dopo il recente attentato subito

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Un accadimento che non può passare in sordina e tocca, in particolar modo, le coscienze di chi opera nelle associazioni ambientaliste. Come il Centro Studi Naturalistici che non può non esprimere solidarietà al comandante Villani del Corpo Forestale dello Stato per il recente attentato subito.

“Ci tocca constatare - afferma il presidente Vincenzo Rizzi - che ancora una volta chi fa il proprio dovere e fa rispettare le regole non è ben visto sul Gargano. Evidentemente la lotta all'abusivismo edilizio, il taglio abusivo della legna dei boschi, il bracconaggio della fauna selvatica ed il pascolo abusivo sono ancora forti e radicati sul Gargano tanto da manifestarsi con questi gesti vigliacchi della malavita locale”

“Per sconfiggere questi mali bisogna vivere il territorio e rimanere in allerta in trincea cosi come è stato fatto all'Oasi Lago Salso, area umida di frontiera del Parco Nazionale del Gargano, con la creazione di un nuovo presidio del Corpo Forestale dello Stato che già dopo pochi mesi dal suo avvio ha già visto i primi risultati positivi contro la guerra al bracconaggio”.

“Resta ancora tanta strada da percorrere e tanti problemi da affrontare – continua -  come ad esempio il costante bracconaggio svolto nelle lagune di Lesina, Varano, Tremiti, Saline di Margherita di Savoia e in tante aree di confine del Parco. Per questi motivi ci appelliamo anche alle associazioni venatorie nell’unirsi nella battaglia verso l’illegalità segnalando sempre più gli atti illeciti che si svolgono sul territorio. Il nostro appello – conclude - è rivolto anche alle istituzioni che amministrano il territorio e ai cittadini, a sostenere le forze dell'ordine che proprio in questo periodo storico sono messe a durissima prova da tagli e riduzione del personale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentato Villani, Rizzi: "Chi fa rispettare regole non è ben visto sul Gargano"

FoggiaToday è in caricamento