Attentato a Boston: 3 morti e 144 feriti alla maratona, stanno bene gli atleti foggiani

Hanno partecipato anche tre corridori di San Giovanni Rotondo. Nessuno si sbilancia sulla matrice dell'attacco

L'attentato a Boston

C’erano anche tre atleti provenienti da San Giovanni Rotondo alla maratona di Boston, dove nel giro di 12 secondi due violente esplosioni a poche centinaia di metri dal traguardo, hanno provocato la morte di tre persone e 144 feriti, di cui 23 gravissimi. I tre corridori foggiani, Matteo Ciociola, Michele Giuliani e Gaetano De Santis, di 46, 45 e 41 anni stanno tutti bene. Sconvolti, ma illesi, i 227 atleti italiani che vi hanno preso parte.

TUTTO SULL'ATTENTATO DI BOSTON

Si tinge di sangue la maratona di Boston, tra le più seguite al mondo e quest’anno giunta alla sua 117esima edizione. Gli ordigni esplosi non erano ad alta intensità, ma contenevano chiodi e biglie di acciaio per renderli più letali. Lo riferiscono i media Usa, rilevando che la doppia esplosione, assieme alla scoperta di altri ordigni inesplosi, ricalca le caratteristiche di attacchi simili compiuti in Iraq e Afghanistan. Tuttavia nessuno al momento si sbilancia sulla matrice dell'attacco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • Neve fino a quote basse e temperature in calo: oggi tempo incerto, domani sole e giovedì sera la coltre bianca

Torna su
FoggiaToday è in caricamento