menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Comune di Foggia

Il Comune di Foggia

Organico carente al Comune di Foggia? “Da più di 10 anni attendiamo di essere assunti”

I vincitori del concorso pubblico per venti posti da ufficiale amministrativo scrivono al sindaco di Foggia: “Il Comune attinga allo scorrimento della graduatoria”

Nel 1996 il Comune di Foggia bandiva il concorso pubblico per venti posti da ufficiale amministrativo. Oggi i vincitori scrivono al sindaco Landella per denunciare “la completa indifferenza dell’amministrazione comunale e le legittime aspettative di chi rivendica il diritto al proprio posto di lavoro” da oltre dieci anni.

Questo soprattutto alla luce delle considerazioni espresse durante una conferenza stampa sulla riorganizzzione della pianta organica a Palazzo di Città, dal primo cittadino e dall’assessore al Personale, nel corso del quale furono sì evidenziate le carenze di organico (853 rispetto ai 1440 previsti in rapporto al numero di abitanti) ma Landella anticipò anche la volontà di rinegoziare quanto pattuito con il ‘Salva Enti’ e di pensare a delle politiche di valorizzazione del corpo dipendenti e di possibili nuove assunzioni”.

I vincitori di quel concorso (deliberazione del 14 marzo 2003), alla luce dei problemi di sottodimensionamento dell’organico, chiedono al comune di Foggia di attingere allo scorrimento della graduatoria: “Nella vigenza della graduatoria di merito, il Comune di Foggia ha adottato numerosi atti deliberativi con cui ha individuato ulteriori posti vacanti in pianta organica e manifestato la disponibilità degli stessi e la volontà di coprirli, ma, nonostante l’espressa previsione contenuta nel bando e l’obbligo ivi assunto, non ha proceduto all’assunzione di personale attraverso lo scorrimento della graduatoria ancora valida ed efficace” evidenziano i ricorrenti.

Nella lettera inviata al sindaco, sottolineano come abbiano adito al Tribunale di Foggia al fine di ottenere il riconoscimento del diritto all’assunzione alle dipendente dell’ente con effetto dalla pubblicazione della graduatoria. “Per alcuni di essi è già intervenuta una senza del Giudice del Lavoro che, in accoglimento al ricorso, ha dichiarato il diritto dei ricorrenti ad essere assunti alle dipendenze del Comune sin dal 2007”. A ciascuno è stato riconosciuto il risarcimento del danno subito nella misura delle retribuzioni che avrebbero dovuto percepire se fossero stati assunti.

Mentre i restanti ricorrenti attendono che il Tribunale si pronunci sulla loro situazione, i vincitori del ricorso stanno procedendo all’azione esecutiva nei confronti del Comune di Foggia per il recupero delle somme riconosciute dal Giudice e di quelle maturate nelle more.

Si legge ancora nella lettera: “Alla luce delle esigenze di personale amministrativo paventate dal Comune, si diffida il sindaco dal procedere a nuove assunzioni o a nuovi concorsi in spregio del diritto dei sottoscritti istanti ad essere assunti e si confida in una soluzione bonaria della sentenza in corso, anche al fine di evitare un aggravio di spese per il Comune che finirebbe per pesare ulteriormente sulle già precarie condizioni economiche dell’Ente”

Laddove le decisioni del Tribunale di Foggia divenissero definitive, il Comune rischia di procedere all’assunzione dei vincitori del concorso e di corrispondere ugualmente la retribuzione ai destinatari delle sentenze. “Tale scelta, pertanto, oltre ad essere inopportuna esporrebbe i dirigenti del Comune ad un evidente e sicuro rischio di danno erariale”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento