Incendi alle Tremiti, assolto l'agente stagionale della polizia locale accusato dei roghi: "Non ha commesso il fatto"

Il giudice del Tribunale di Foggia ha assolto il 35enne delle Isole Tremiti, all'esito del processo celebrato con rito abbreviato. Il pm chiedeva 2 anni e 8 mesi per incendio doloso aggravato

L'incendio

Assolto con formula piena “per non aver commesso il fatto”. Il giudice del Tribunale di Foggia ha assolto, all’esito del processo celebrato con rito abbreviato e conclusosi ieri pomeriggio, il 35enne delle Isole Tremiti accusato di incendio boschivo aggravato.

Per l’uomo - agente stagionale della polizia municipale del Comune delle Isole Tremiti, difeso dagli avvocati molisani Giuseppe Mileti e Gianni Spina - il pm aveva chiesto una condanna a 2 anni e 8 mesi per incendio doloso aggravato.

La documentazione prodotta, corredata anche dalle immagini dello stato dei luoghi presentati dalla difesa, ha portato il giudice alla sentenza di assoluzione. Il 35enne, che già a seguito della convalida dell'arresto era stato rimesso in libertà in attesa del processo, non sarà gravato da alcuna misura accessoria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento