Cronaca

Abuso d’ufficio e falso ideologico al Comune di Alberona, ma il fatto non sussiste: funzionari assolti con formula piena

La decisione del gup del Tribunale di Foggia, Carlo Protano, all'esito del procedimento di primo grado celebrato ieri mattina, nelle forme del rito abbreviato

"Il fatto non sussiste". Assolti con formula piena i due funzionari del Comune di Alberona, accusati dai reati di abuso d’ufficio e falso ideologico nell'ambito dell'operazione 'Lampo', messa a segno dalla guardia di finanza nel luglio scorso.

L'indagine vedeva indagati i funzionari del comune di Alberona - Egidio Ciani e Giuseppe Petrillo -  attinti all’epoca da misura cautelare interdittiva della sospensione dall’esercizio dal pubblico ufficio. "Già nel settembre scorso - sottolinea l'avvocato Paolo Di Iorio -  il Tribunale della Libertà di Bari aveva accolto il ricorso avanzato dalla difesa dei due funzionari, annullando l’ordinanza cautelare emessa dal gip di Foggia, ritenendo totalmente insussistenti i gravi indizi di colpevolezza". 

I due funzionari, pertanto, furono immediatamente reintegrati nei rispettivi posti di lavoro. "Nella giornata di ieri, 12 maggio, si è celebrato il procedimento di primo grado nelle forme del rito abbreviato all’esito del quale il gup del  Tribunale di Foggia, Carlo Protano, ha assolto i due funzionari perché il fatto non sussiste. Dimostrato quindi il corretto operato dei due funzionari, totalmente estraneo a logiche clientelari e finalizzato a perseguire l’interesse primario pubblicistico nel pieno rispetto dei principi di imparzialità e buon andamento della Pubblica Amministrazione", conclude il legale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abuso d’ufficio e falso ideologico al Comune di Alberona, ma il fatto non sussiste: funzionari assolti con formula piena

FoggiaToday è in caricamento