rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Lotta al racket: Grasso e Latella ci provano, ma c’è molta strada da fare

Questa mattina vertice in prefettura e passeggiata tra i negozi di Foggia per condividere l'idea dell'istituzione di un'associazione antiracket

Primi passi verso l’Istituzione dell’associazione antiracket a Foggia. Questa mattina Tano Grasso, il prefetto Luisa Latella e le rappresentanze delle Forze dell’Ordine, hanno tentato un primo approccio nei confronti dei commercianti, in alcuni casi apparsi stupiti dalla loro presenza e leggermente scettici rispetto all’idea di dover combattere ogni forma di racket attraverso un’associazione.

Dopo le bombe ai negozi fatte scoppiare a tarda sera o nel cuore della notte, la lotta al racket delle estorsioni è cominciata questa mattina, dopo un vertice in prefettura, con una semplice passeggiata nel cuore del capoluogo dauno, nel corso della quale il presidente della Fondazione Antiracket Italiana ha presentato l’iniziativa ai negozianti.

L’istituzione dell’associazione dovrebbe avvenire il 6 novembre del 2013. “Speriamo di riuscirci” ha detto Tano Grasso ai microfoni di Teleblu. Al giornalista Luca Pernice, il prefetto Latella ha evidenziato come è in atto un’attività di repressione nel territorio, ma questo non basta: “Un sistema sociale per scacciare questo cancro non si fonda solo sull’azione delle forze dell’ordine, ma su una rete formata da tutti, giornalisti compresi, le associazioni e le istituzioni locali, il cui ruolo è fondamentale”. Sempre a Pernice il prefetto ha aggiunto – “Bisogna avere la capacità di reagire tutti insieme”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta al racket: Grasso e Latella ci provano, ma c’è molta strada da fare

FoggiaToday è in caricamento