rotate-mobile
Cronaca

Assenteismo al Comune di Foggia: il giudice reintegra al lavoro un dipendente

A deciderlo, il giudice Mario De Simone che ha accolto l’eccezione sollevata dal legale dell'uomo, Pasquale Regina, che ha evidenziato un grave difetto formale: il Comune non è riuscito a provare le accuse mosse al dipendente

Tra poche settimane, potrà tornare a lavoro, negli uffici in via Sant’Alfonso dei Liguori, della sede del Servizio Integrato Attività Economiche del Comune di Foggia. Matteo Palmieri, dipendente comunale licenziato nell’ambito dell’inchiesta di procura e carabinieri che stanò un giro di assenteisti nella sede staccata del Comune di Foggia, è stato reintegrato sul posto di lavoro.

A deciderlo, è stato il giudice Mario De Simone che ha accolto l’eccezione sollevata dal legale dell'uomo, l'avvocato Pasquale Regina, che ha evidenziato un grave difetto formale: in sostanza, il Comune non è riuscito a provare le accuse mosse al dipendente.

Ovvero, non ha prodotto una istruttoria completa che ne giustificasse il licenziamento. Intanto, si attende ancora l'inizio del processo ai cosiddetti 'furbetti del cartellino'. Dopo alcui rinvii e uno sciopero degli avvocati, infatti, il processo agli ex dipendenti del Comune di Foggia (tutti accusati a vario titolo di truffa aggravata per assenteismo) è slittato più volte. L'udienza, salvo impedimenti, è prevista per domani, 29 giugno.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assenteismo al Comune di Foggia: il giudice reintegra al lavoro un dipendente

FoggiaToday è in caricamento