menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Assembramenti a Foggia

Assembramenti a Foggia

Pugno duro del prefetto su movida e assembramenti nel Foggiano. Pieni poteri ai sindaci: "Chiudano aree a rischio"

Già dal prossimo fine settimana, previsto un massiccio dispositivo di controllo del territorio nelle aree maggiormente interessate dalfenomeno, integrato con specifiche ordinanze sindacali

Gli assembramenti della movida foggiana finiscono sul tavolo del prefetto, Raffaele Grassi, che questa mattina ha presieduto una riunione ‘a tema’ del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica dopo gli episodi registrati in città negli ultimi giorni.

Il primo atto concreto deciso al termine dell'incontro - al quale hanno partecipato, oltre ai vertici provinciali delle forze di polizia, anche il sindaco di Foggia, Franco Landella, e il presidente della Provincia, Nicola Gatta - sarà il rigoroso dispositivo che prevede il rafforzamento dei controlli di polizia, già dal prossimo fine settimana, nelle aree maggiormente interessate dal fenomeno, integrato con ordinanze sindacali.

Nell'occasione, il prefetto ha riferito di un atto di indirizzo rivolto alle amministrazioni locali, finalizzato a prevenire assembramenti di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico in occasione di festività e manifestazioni connesse.

In particolare, il prefetto ha invitato i sindaci, salvo nuove ed ulteriori disposizioni normative emanate al riguardo, al più rigoroso rispetto delle disposizioni in materia di pubbliche manifestazioni e, in particolare, atteso anche l'approssimarsi della stagione estiva, all'adozione di ogni opportuno provvedimento necessario ad impedire lo svolgimento, di feste, sagre, spettacoli pirotecnici ed ogni altra iniziativa che non consenta il rispetto delle distanze di sicurezza e che, pertanto, possa sfociare in assembramenti con pregiudizio per la pubblica salute. 

Infine, è stata richiamata l'attenzione sui poteri attribuiti ai sindaci di disporre la temporanea chiusura di specifiche aree pubbliche o aperte al pubblico in cui non sia possibile assicurare il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento