menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Assembramenti nel bar nonostante la ‘zona rossa’: multato titolare. Furto di termosifoni: arrestato 31enne

I controlli dei carabinieri nella zona dell'Alto Tavoliere hanno permesso di denunciare vari soggetti per reati vari (dall'evasione ai furti) e di bloccare un assembramento potenzialmente pericoloso in un bar di Apricena

Assembramenti nel bar nonostante la ‘zona rossa’, evasioni e furti di energia. Scattano denunce e sanzioni nel Foggiano.

E’ quanto scoperto dai carabinieri nel territorio dell’Alto Tavoliere: in particolare, nell’ambito dei servizi di controllo straordinario del territorio, i carabinieri della Compagnia di San Severo si sono tra l’altro focalizzati sul controllo del rispetto delle misure cautelari e detentive domiciliari, denunciando alla Procura di Foggia 3 uomini, tra i 27 e i 63 anni, due residenti a San Severo e uno a Lesina, per il reato di evasione per essersi allontanati senza giustificazione dalle rispettive abitazioni dove erano detenuti.

Nel corso dello stesso servizio sono state altresì denunciate due donne di San Severo sorprese a sottrarre fraudolentemente energia elettrica dalla rete pubblica mediante un allaccio abusivo: le stesse sono state denunciate per furto aggravato.

I militari della Compagnia di San Severo sono stati coadiuvati nei vari controlli dai colleghi dell’11° Reggimento Carabinieri Puglia e le Squadre di Intervento Operativo del 14° Battaglione Carabinieri Calabria.

Nel corso dei controlli per il rispetto della normativa Covid19, ad Apricena è stato sanzionato il titolare di un bar per non aver fatto rispettare il divieto di accesso e di assembramento.

Per quanto riguarda le norme sulla circolazione stradale sono state elevate 43 contravvenzioni complessive.

Nella notte tra domenica e lunedì invece, grazie alla tempestiva segnalazione al 112 di un cittadino sanseverese, l’equipaggio di una gazzella ha tratto in arresto un censurato di trentuno anni colto, all’interno del dismesso poliambulatorio ex Inam, mentre asportava dei termosifoni e delle intelaiature metalliche che aveva sottratto dalla struttura.

L’uomo, su disposizione del sostituto procuratore di turno presso la Procura dauna, è stato tradotto in carcere e dopo l’udienza di convalida sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento