Cronaca Centro - Università / via Galliani, 1

Lavoratori Sanitaservice: “Contro di noi troppe voci per danneggiarci”

Il 7 aprile a partire dalle ore 17.00 presso la Sala Rosa del Palazzetto dell'Arte, si svolgerà un'assemblea pubblica "libera, indipendente e democratica"

I lavoratori della Sanitaservice si stringono attorno alla società in house e decidono di parlare “dopo anni di silenzio e dopo aver subito angherie cartacee di giornali e giornalisti”.

Tante voci, troppe voci, sulla nostra pelle, per danneggiarci. Tante voci, troppe voci, sulle nostre vite, sulle nostre relazioni, sui nostri interessi, sui nostri rapporti umani. Siamo buoni e siamo cattivi; siamo raccomandati e privilegiati; siamo politicamente coinvolti e meschinamente gestiti”.

Per anni abbiamo letto le dichiarazioni provenienti dai palazzi o da gente interessata in somma misura. Adesso che la misura è colma e che abbiamo compreso che su Sanitaservice c’è una taglia per la quale chi prima procede all’eliminazione prima acquisisce meriti di aver fatto giustizia, in un far west in salsa barese che a noi non piace affatto, vogliamo parlare noi”.

Giovedì 7 aprile, presso la Sala Rosa del Palazzetto dell’Arte a Foggia in via Galliani 1, a partire dalle ore 17.00 i lavoratori di Sanitaservice si riuniranno in un’assemblea pubblica “che non ha padroni, libera, aperta, indipendente e democratica

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori Sanitaservice: “Contro di noi troppe voci per danneggiarci”

FoggiaToday è in caricamento