Assalto NP Service a Foggia, Scalfarotto: "Una dichiarazione di guerra per il territorio"

Il sottosegretario alle Riforme: "È vero che non si lamentano feriti e che il piano è fallito; ma questo non deve essere per noi motivo di sottovalutazione: siamo in presenza di un atto di criminalità non comune"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

“La tentata rapina di ieri sera a Foggia, con la città paralizzata da incendi plurimi a scopo diversivo e il presidio militare del territorio da parte della banda criminale che ha agito, merita il più alto allarme e la più incisiva risposta da parte del Governo e dello Stato.”

Lo dichiara il sottosegretario alle Riforme Ivan Scalfarotto, che aggiunge “È vero che non si lamentano feriti e che il piano dei malviventi è fallito; ma questo non deve essere per noi motivo di sottovalutazione.” “Non siamo in presenza di un atto di criminalità comune: la complessità dell’azione, le risorse impiegate, il numero di malviventi coinvolti hanno caratteristiche militari, di una vera e propria dichiarazione di guerra per un territorio che ha indici di presenza delle forze dell’ordine decisamente inadeguati alla triste realtà del pericolo mafioso.”

“Lo Stato e il Governo” conclude Scalfarotto “devono raccogliere tempestivamente questo guanto di sfida; per rassicurare i cittadini e salvaguardare la convivenza civile. Sono certo che il ministro Alfano –del quale ho già richiamato l’attenzione sull’accaduto - si farà carico di questa emergenza e interverrà con sollecitudine.”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento